Presentato dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, attuato con  l’Università degli Studi di Palermo, Facoltà di Agraria e l’Azienda ‘Val Paradiso srl’,  il ‘Giardino della Kolymbethra’ – FAI, l’Associazione di cultura e attività ferroviaria ‘Ferrovie Kaos’ e l’Azienda CVA Canicattì, il progetto è stato considerato di particolare eccellenza tra le 97 proposte di candidatura pervenute in seguito al bando indetto dal MIBACT per la ricognizione nel territorio italiano di progetti volti alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio e del patrimonio materiale e immateriale.

I 97 progetti pervenuti ritenuti ammissibili in quanto rispondenti al regolamento del Bando sono stati oggetto di valutazione da parte di una Commissione istituita dal Ministero, presieduta da Fabio De Chirico (in sostituzione del Direttore Generale Caterina Bon Valsassina assente per malattia) e composta da personalità note per il loro impegno nel settore della cultura e del paesaggio:

  • Paolo Pejrone,
  • Bartolomeo Pietromarchi,
  • Marino Sinibaldi,
  • Andrea Sisti,
  • Carlo Tosco
  • Pietro Valentino.

Sulla base delle azioni messe in campo, con riguardo agli obiettivi raggiunti per la riqualificazione  dei luoghi attraverso la valorizzazione di tutte le componenti storico-culturali materiali e immateriali che li caratterizzano ed in considerazione dei risultati ottenuti in termini di sviluppo economico sostenibile e di crescita civile e culturale delle comunità locali, la Commissione ha individuato

  • 38 progetti di particolare interesse e tra questi
    • il progetto vincitore quale  Candidatura italiana al Premio europeo,
    • 3 progetti meritevoli di menzione speciale e
    • 14 progetti meritevoli di menzioni tematiche.

 

Sono stati ritenuti meritevoli di Menzione speciale i progetti:

Parco Nord Milano: parco di città, verde d’Europa – presentato da Parco Nord Milano

per l’alto valore ecologico e architettonico su aree di margine periurbane

Ostana: comunità e territorio presentato dal Comune di Ostana

per il coinvolgimento delle forze sociali per contrastare lo spopolamento e l’abbandono

Il paesaggio il nostro futuro. Educazione al paesaggio per le nuove generazionipresentato da “STEP” Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio

per l’alto valore di formazione e educazione.

 

Sono stati ritenuti meritevoli di Menzione tematica per gli obiettivi raggiunti i progetti:

– Legalità e paesaggio, lotta all’abusivismo attraverso la valorizzazione delle qualità territoriali:

  1. Ecomuseo Terra Felix presentato da Geofilos Atella
  2. Liberare la bellezza: un processo virtuoso per il paesaggio della Scala dei Turchi presentato dal Comune di Realmonte (AG)

– Alto valore ecologico e di sostenibilità ambientale:

  1. Il Parco San Lorenzo di Pegognaga, un prezioso recupero storico ambientale presentato dal Comune di Pegognaga
  2. 2. Riqualificazione ecologica, paesaggistica e funzionale del fiume Oglio prelacuale presentato dalla Comunità montana di Valle Camonica
  3. Progetto LIFE VIMINE [Venice Integrated Management of INtertidal Environments]: un approccio integrato alla conservazione sostenibile delle barene della laguna di Venezia presentato dal Comune di Venezia

– Valorizzazione del paesaggio con l’arte e architettura contemporanea:

  1. Dolomiti Contemporanee, progetto Borca presentato dal Comune di Borca di Cadore

– Gestione economica dei valori territoriali:

  1. Sviluppo è coesione e libertà presentato dalla Fondazione di Comunità di Messina
  2. “Cinque Terre Card” come strumento di conservazione del paesaggio delle Cinque Terre. Dal Turismo all’agricoltura, verso la mitigazione del rischio idrogeologico e l’inclusione sociale presentato dal Parco Nazionale delle Cinque Terre

– Pianificazione e gestione delle trasformazioni del territorio:

  1. ORTUS – Offerta Riqualificazione Territoriale Urbana Sociale presentato dal Comune di Favara
  2. Monte Orvile: una buona pratica di tutela dell’integrità paesaggistica e di restituzione alla collettività presentato dal Comune di Posada
  3. Re-Present Past: il progetto Carsulae – presentato dal Comune di Terni

– Inclusione sociale, ritorno delle nuove generazioni alla cura del territorio:

  1. Landscaping Vernazza presentato dall’ Associazione Tu Quoque
  2. Adotta un terrazzamento nel Canale di Brenta presentato dal Comitato “Adotta un terrazzamento in Canale di Brenta”
  3. Programma per la diffusione nelle scuole primarie e secondarie della cultura del paesaggio e dell’identità dei paesaggi calabresi Diffusione delle scuole del paesaggio presentato dalla Regione Calabria.

 

La Commissione ha individuato quale candidatura italiana al Premio del Consiglio d’Europa il Progetto Agri Gentiun. Landshape regenaretion” riconoscendo allo stesso la capacità di aver messo in pratica di principi della Convenzione Europea del Paesaggio, in ogni suo punto, attraverso politiche di eccellenza, in particolare per:

  1. a. la capacità di coniugare la tutela e la valorizzazione del singolare patrimonio culturale costituito dalle antiche testimonianze archeologiche della Colonia Greca, fondata nel VI secolo a.c., e diventata una delle più importanti città del mondo mediterraneo, con il recupero della memoria storica di antiche pratiche produttive, con il fine di riproporle e svilupparle per la creazione di prodotti di eccezionale qualità, capaci, da soli, di raccontare un territorio di estrema bellezza;
  2. b. la capacità dimostrata di assumere un ruolo di catalizzatore delle buone pratiche già poste in essere nel territorio, sostenendole e inserendole in un programma di gestione di ampio respiro progettuale in cui i valori culturali propri del territorio costituiscono elementi cardine per un processo di sviluppo e di attuazione; quali i progetti che già hanno avuto menzioni speciali del Ministero riguardanti il recupero della tratta dismessa delle Ferrovie Kaos e la realizzazione del giardino con specie storiche realizzato nella kolimbethra.
  3. c. la capacità di sviluppare una cooperazione tra soggetti pubblici e privati considerata quale concreto elemento di forza per una tutela paesaggistica attiva e di rigenerazione ambientale;
  4. d. le strategie adottate nel mettere in pratica le finalità espresse nel riconoscimento del Parco Archeologico e Paesaggistico della valle dei Templi quale sito UNESCO;
  5. e. i benefici indotti nei soggetti che operano nel settore della produzione agricola, incoraggiando il ricorso ad antiche tecniche biocompatibili, nelle aree protette del Parco date in concessione;
  6. f. aver attivato la ricerca e gli studi finalizzati alla valorizzazione della componente significativa costituita dalla ruralità nelle aree del Parco, i cui esiti hanno permesso la creazione di nuove forme di conoscenza didattica e turismo quali ad esempio:

– I Patriarchi vegetali della Valle dei Templi: itinerario di visita alla scoperta di monumentali esemplari di olivi, carrubi e mirti inseriti nel volume “I grandi alberi di Sicilia”. Una planimetria illustra l’intero percorso e contiene anche le schede delle caratteristiche morfologiche di ogni singolo esemplare, cenni sull’origine, la diffusione, la storia, i miti classici e gli usi nella tradizione.

– La realizzazione del Laboratorio per la caratterizzazione e conservazione del germoplasma di mandorlo, olivo e pistacchio.

– Il Museo Vivente del Mandorlo “Francesco Monastra”, un campo-collezione che conserva circa 300 varietà tradizionali dell’antica mandorlicoltura siciliana. Oltre che a conservare la biodiversità, ha anche la funzione di mostrare, con finalità didattiche, le tecniche colturali dell’agricoltura tradizionale.

– La banca di germoplasma, servirà a valutare le varietà in funzione del loro valore paesaggistico e potrà stimolare la promozione di produzioni pasticciere, legate al mandorlo e ai suoi prodotti. Un originale esempio di musealizzazione all’aperto.

– Mostra sul Museo Vivente del Mandorlo “Francesco Monastra” a MILANO EXPO 2015, all’interno del Cluster BioMediterraneo, in occasione del Convegno “Frutta secca” in cui il Parco ha contribuito con una relazione dal titolo: “Il Museo del Mandorlo: una preziosa banca genetica”.

– Progetto Mille Mandorli nella Valle dei Templi. Ha permesso di mettere a dimora nella valle mille piantine di mandorlo al fine di contribuire alla ricostituzione dell’antico patrimonio mandorlicolo danneggiato.

  1. g. la capacità di coinvolgimento della popolazione locale, rafforzando la sensibilità e la consapevolezza pubblica verso i valori del paesaggio, quale elemento imprescindibile di crescita culturale per il raggiungimento di un benessere individuale e collettivo.

 

Di seguito è riportato l’elenco dei 97 progetti presi in esame (con asterisco i 38 progetti oggetto di pre-selezione):

    1. Restauro e rilancio culturale e turistico dell’edificio settecentesco “ARANCIAIA”
    2. Bolzano Walks Slowly
  • Alcara Borgo Natura *                    

 

    1. Fiumara d’Arte – Museo d’arte contemporanea a cielo aperto
  • Ostana: Comunità e territorio *

 

    1. Il parco San Lorenzo di Pegognaga. Un prezioso recupero storico ambientale
    2. M.A.C.A.M. Museo Arte Contemporanea all’Aperto di Maglione
  • Future Re-Present Past: il progetto Carsulae *

 

    1. Programma per la diffusione nelle scuole primarie e secondarie della cultura del paesaggio e dell’identita’ dei paesaggi calabresi
    2. Parco Nord Milano: parco di città, verde d’Europa *
    3. La via dei terrazzamenti
    4. Masseria sostenibile
    5. MAC (Missione Archeologica Carloforte)
    6. La Torre Rossa nella Salina di Comacchio
  • 5 progetti per il territorio *

 

    1. F.O.P.-Future Of Our Past
    2. R.N.O. Torre Salsa – Il luogo della primavera perenne. Per una tutela preventiva del paesaggio costiero.
    3. Reconquista Vittoriale – “Riapertura delle vallette dell’Acqua Pazza, dell’Acqua Savia e del Laghetto delle Danze”
    4. MAACK: Museo all’aperto di arte contemporanea KALENARTE
  • Progetto Gedeone *

 

    1. “…Alla ricerca del tempo perduto”
    2. Nuovo Parco del Virgolo
    3. Progetto di recupero delle Mura antiche di Massa Marittima – Opera a verde “SOL OMNIBUS LUCET”
    4. Archeo Comuni di Qualità. Sviluppo Integrato Territoriale dell’area della Locride ad alta e rilevante concentrazione di complessi archeologici, strutture storiche e paesaggi identitari
    5. Stati Generali delle Comunità dell’Appennino
    6. Nuove vite per la Torre degli Sciri
  • Museo all’Aperto (MAP) del Comune di Faenza – Progetto selezionato dalla “Commissione Ambiente e Paesaggio” dell’Istituto Nazionale di Urbanistica *
  • Liberare la bellezza: un processo virtuoso per il paesaggio della Scala dei Turchi *

 

    1. Dolomites UNESCO LabFest #Sfalci
  • Parco Urbano Baden Powell – Mosaico di San Severo *
  • Riqualificazione eologica, paesaggistica e funzionale del fiume Oglio prelacuale *

 

    1. Angera Museo Diffuso (Mu.Di.)
    2. Re-Building the Future – Spunti d’arte contemporanea per trapassare il futuro – Parc01 Binario Contemporaneo
    3. Riabitare la terra
  • Linee Guida per la Qualità del Paesaggio di Assisi *

 

    1. Il melting pot degli habitat
  • Colobraro magico e fantastico *

 

    1. Dalla tenuta agricola dei Sampieri Talon al Parco della Chiusa
    2. Monumenti Aperti
    3. Il Borgo in Esposizione
  • Le colline vitate del paesaggio storico italiano *
  • La valorizzazione del patrimonio ambientale e paesaggistico delle Corti Bonoris nel Parco del Mincio *
  • Il paesaggio del vino: il caso del Castello della Sala *

 

    1. La rete amica nel mare della legalità
  • Il Porto delle Vele *
  • Pista ciclabile nel Parco lineare Grado-Palmanova *

 

    1. Il villaggio laboratorio di Ghesc
  • Adotta un terrazzamento nel Canale di Brenta *

 

    1. Masseria Fontenuova, pecore leccesi e pascoli olivetati lungo la costa del Parco
  • Progetto LIFE VIMINE [Venice Integrated Management of INtertidal Environments]: un approccio integrato alla conservazione sostenibile delle barene della laguna di Venezia *

 

    1. Un progetto di paesaggio per Castel del Monte
  • Parco del paesaggio appenninico *

 

    1. Arboreto del Parco
  • Ecomuseo Terra Felix *

 

    1. TDA – Tradizione Devozione Ambizione. Concorso per il restauro dell’architettura
    2. Orme su La Court – Parco artistico nel Vigneto
    3. Salvaguardia della Storia e della Cultura dei Monti Lepini
    4. Bordi fluviali – Progetto di valorizzazione e riqualificazione del Pozzo e della Fonte Sambuco in Contrada Madonnina, nel comune di Bussi sul Tirino
  • Sistema di giardini lungo il percorso storico-artistico del Canale Navile “Progetto del Lungo Navile” *
  • Fruizione e valorizzazione parco archeologico Rudiae *

 

    1. Opera Bosco
    2. Il parco della Cattolica di Stilo
    3. Terraced Landscapes Choosing the Future
    4. Green schools
  • Landscaping Vernazza *
  • Monte Orvile: una buona pratica di tutela dell’integrità paesaggistica e di restituzione alla collettività *

 

    1. Fichi DOP di Cosenza
    2. Strada del Vino e dei Sapori delle Terre di Calabria – Provincia di Cosenza
  • Open Air Museum Archeodromo di Poggibonsi *

 

    1. Valorizzazione del Patrimonio UNESCO
    2. Miglierina Comunità Ospitale
  • Agri Gentiun : LANDSCAPE REGENERATION (Candidatura italiana al Premio CEP)

 

    1. Valorizzazione e recupero del centro storico di Lugosanto (via Garibaldi)
  • Recupero del Carso Goriziano *
  • Cinque Terre Card come strumento di conservazione del paesaggio delle Cinque Terre. Dal turismo all’agricoltura, verso la mitigazione del rischio idrogeologico e l’inclusione sociale *

 

    1. L’impegno della FICLU per la protezione e valorizzazione del Paesaggio
    2. Periferie urbane – Spazi Ibridi. Adeguamento e messa in sicurezza del raccordo viario della Via dei Vestini fino all’intersezione Madonna delle Piane (ex. ss n,5 tiburtina Valeria)
  • I Maestri del paesaggio *
  • Il paesaggio è il nostro futuro. Educazione al paesaggio per le nuove generazioni *

 

    1. Restauro conservativo del Parco di Monserrato
  • Scale di Napoli *
  • Restauro, tutela e valorizzazione del Castello e del Parco di Miradolo *

 

    1. 1812 – 2016: CAVO DIOTTI. Dopo oltre due secoli, la diga più antica d’Italia torna a nuova vita.
    2. Restauro di Villa Durazzo Pallavicini
  • Sviluppo è coesione e libertà *
  • Recupero della borgata di Valliera *

 

    1. Lavori di restauro e recupero del castello di Manfredonia, allestimento e adeguamento funzionale del Museo Archeologico Nazionale della Daunia – POIN ‘Attrattori culturali, naturali e turismo 2007/2013’
    2. Parco Artistico nel Vigneto “ORME SU LA COURT”
    3. IterConficere
  • Dolomiti Contemporanee – Progettoborca *

 

    1. Demanio Marittimo km-278
    2. Progetto Pergusa
    3. PALAS CEREQUIO barolocruresort
    4. luce naturale
  • ORTUS – Offerta Riqualificazione Territoriale Urbana Sociale *

 

  1. Parco fluviale Gesso e Stura

Salviamo la faggeta nel lago di Vico

Enter comma separated keywords here