Carbonia Landscape Machine. Presentazione presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Cagliari. Venerdì 24 giugno 2011

Venerdì 24 gugno 2011. Facoltà di Architettura Aula Magna. Via Corte d’Appello 87. Cagliari.

Con il progetto dal titolo Carbonia Landscape Machine la città di fondazione sarda ha vinto l’edizione 2010-2011 del Premio, fra i 14 Stati membri partecipanti, con le seguenti motivazioni: «… questa esperienza esemplare, che mira a riqualificare in una prospettiva di sviluppo sostenibile il paesaggio moderno, urbano e minerario del XX secolo, soddisfa pienamente tutti i criteri del premio del Paesaggio, dimostrando che lo sviluppo sostenibile del territorio può essere raggiunto attraverso la partecipazione pubblica a tutti i livelli e la progressiva sensibilizzazione delle comunità. Il riconoscimento del patrimonio storico al fine di creare una nuova identità è stato, inizialmente, l’obiettivo della riqualificazione di questo paesaggio urbano. Il lavoro sulla miniera è stato, infatti, integrato da un rinnovamento di tutta la città con il recupero di spazi pubblici, strade e monumenti. Questa riqualificazione della struttura urbana di Carbonia ha favorito una nuova identità culturale della città. Questa esperienza rappresenta un perfetto esempio di sviluppo sostenibile del paesaggio urbano, un modello con un ampio risvolto internazionale per la riqualificazione di altre aree urbane ed industriali degradate».
La Facoltà di Architettura di Cagliari, avendo contribuito al raggiungimento di questo risultato, ha organizzato per venerdì 24 giugno 2011 una giornata nella quale il progetto verrà presentato dal Magnifico Rettore, dal Sindaco di Carbonia, dal Direttore Regionale beni culturali e paesaggistici della Sardegna e dal Direttore del Dipartimento di Architettura. I contenuti dell’esperienza saranno esposti nelle relazioni del Preside della Facoltà, Antonello Sanna, del Presidente della Provincia di Carbonia-Iglesias, Salvatore Cherchi, e di Carlo Olmo, docente di Storia dell’Architettura nel Politecnico di Torino e direttore del Giornale dell’Architettura, rivista che ha collaborato con il MiBAC alla diffusione del premio e della candidatura della città sarda. Interverranno Alessandra Fassio, architetto coordinatore MiBAC e curatrice del Premio per l’Italia, Giorgio Peghin, Stefano Asili e Carlo Aymerich per la Facoltà di Architettura di Cagliari, Giampaolo Porcedda e Enrico Potenza per il Comune di Carbonia, Paola Atzeni, antropologa curatrice dell’ecomuseo del carbone.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>