Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa



Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa

[23-09-09] Al 1066° meeting del 23 Settembre 2009, la Commissione dei Deputati dei Ministri:
-ha conferito il Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, sotto la Convenzione Europea del Paesaggio, al “Parc de la Deûle”, Lille Métropole (Francia);
-ha dato una menzione speciale del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa al “Parque de Christina Enea”, San Sebastián” (Spagna);
-si è congratulata con gli ideatori dei progetti e i risultati connessi con i seguenti temi: “Sistema di mappatura dei percorsi turistici”, Tourist Club (Repubblica Ceca); “Gestione del Paesaggio dell’Area Nazionale del Paesaggio Hämeenkyrö”, Hämeenkyrö (Finlandia); “Attuazione della Conservazione del Complesso Naturale e del Programma di Gestione del Paesaggio nel Bacino di Zámoly”, Fondazione Pubblica per la Conservazione Naturale Pro Vértes (Ungheria); “Il Sistema dei Parchi della Val di Cornia”, Val di Cornia (Italia); “Biodiversità e Progetto della Gestione delle Risorse Naturali”, Associazione per la Conservazione della Natura (Turchia);
-ha riconosciuto l’esemplare valore del lavoro intitolato “ Distribuzione Regionale dei Modelli di Paesaggio”, Università di Ljubljana (Slovenia).

 

[20-04-09] La Parc – Direzione Generale per la Qualità e la Tutela del Paesaggio, l’arte e l’architettura contemporanee del MiBAC – nell’ambito della attività della Settimana della Cultura, ha presentato il  20 aprile alle  ore 11.00, presso la Sala Molajoli del Complesso del San Michele a Roma , una  conferenza stampa - dibattito,  sulla selezione italiana per il Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.
Presenti all’iniziativa il Direttore Generale  Francesco Prosperetti con i dirigenti e tecnici della PARC, i rappresentanti del progetto candidato al Premio (Sistema della Val di Cornia), di alcuni tra i progetti selezionati (Italia Nostra: Ipogea), ed  i  progetti menzionati (l’Osservatorio europeo del paesaggio  di Salerno).
Si è avuta inoltre la partecipazione di Agenda 21 (Direttore Eriuccio Nora), UPI (Presidente Melilli), ANCI, Regioni (Rosaria Amantea).
Durante la conferenza stampa, moderata da Osvaldo Bevilacqua, conduttore del programma televisivo Sereno Variabile e testimonial del Premio, è stata proiettata la puntata RAI sulla candidatura della Val di Cornia.
In contemporanea all’iniziativa, ha preso il via la mostra “diffusa” : “Una settimana per il paesaggio”, sulla promozione del Premio del Paesaggio COE  in tutto il territorio nazionale per coinvolgere e sensibilizzare il vasto pubblico della Settimana della Cultura.
Finalità primaria è stata di segnalare la molteplicità delle azioni che sul territorio italiano le amministrazioni locali hanno attivato applicando i principi della Convenzione Europea del Paesaggio e che costituiscono una rete di buone pratiche esemplari.

 

[16-04-09] I pannelli delle dodici proposte  presentate dalla province italiane al Premio del Paesaggio COE hanno costituito la mostra con cui la Parc ha contribuito alla la Prima Biennale del Paesaggio di Rieti tenutasi nel centro storico della città laziale tra il 16 aprile e il 3 maggio 2009. Tale evento che comprendeva un ciclo di conferenze e tavole rotonde ha voluto  rappresentare un significativo momento di sintesi del lavoro svolto in questi ultimi anni per quanto riguarda questo specifico settore dalla Provincia di Rieti.
Alla manifestazione hanno dato adesione le Province di Brescia, Salerno, Ascoli, Roma, Padova, Catanzaro, Viterbo, Nuoro, Reggio Emilia ecc. La Biennale è stata inaugurata con una tavola rotonda a cui hanno partecipato Giuseppe De Rita  Censis Klaus Davi, giornalista Fabio Melilli Presidente della Provincia di Rieti  Francesco Prosperetti  MiBAC - Direzione Generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee Coordina  Giuliano Giubilei, giornalista TG3.

 

[02/04/09] E’ stato distribuito in 50.000 copie in Italia l’inserto speciale dedicato ai risultati del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa allegato al Giornale dell’Architettura e al Giornale dell’Arte. La pubblicazione in lingua italiana e inglese riporta in 12 pagine a colori non solo una breve sintesi di tutti le proposte presentate, ma i contributi di Francesco Prosperetti (Direttore Generale PARC), Maria Grazia Bellisario (Direttore del Servizio Tutela del paesaggio) e una intervista a Salvatore Settis, docente della Scuola Normale Superiore di Pisa. Ampio spazio è stato riservato alla presentazione della proposta selezionata per la candidatura italiana (Parchi della Val di Cornia) e alla descrizione dettagliata della  procedura di selezione e della scheda di valutazione illustrata con testi di Antonio Angelillo  (ACMA) e Alessandra Fassio (MiBAC).

 

[01/04/09] La Direzione Generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero per i Beni e le Attività Culturali è stata presente a ECOPOLIS che si è tenuta dal 1 al 3 Aprile 2009 presso la Nuova Fiera di Roma.
Ecopolis rappresenta un momento di incontro e di confronto con quanti quotidianamente si occupano, a vari livelli e per le proprie competenze, di progettare e preservare le nostre città e condividerne le conoscenze.
Due sono stati gli spazi espositivi e promozionali:
- uno stand tradizionale dove erano allestiti pannelli illustrativi e uno schermo sui cui venivano  proiettati in loop una selezione di immagini dei progetti presentati;
- una sala di proiezione video  dove si presenatvano: Sustainab.Italy, Premio del Paesaggio – Val di Cornia, L’Italia cerca casa,  Qualità Italia e  Qualità urbana e quartieri sostenibili prodotto da fjfm-produzioni audiovisive.
Il Direttore Generale Francesco Prosperetti è stato presente, nella giornata inaugurale del 1 aprile, alla Tavola Rotonda delle ore 15.00 “ La città del Futuro, nuove visioni nel tempo in cui la città è la sfida” e al Convegno delle ore 14.30 “ Più Verde per legge. Il contributo dell’architettura dei giardini pensili al miglioramento dell’ambiente e del paesaggio urbano”.
La partecipazione della Parc, unica istituzione presente insieme al Ministero dell’Ambiente all’iniziativa, puntava a dare un significativo contributo alle tematiche cardine  “qualità e sviluppo ecosostenibile”, con l’obiettivo di mostrare al pubblico le competenze di una Amministrazione pubblica in linea con i tempi, capace di indirizzare correttamente le azioni di sostegno al paesaggio, all’architettura e all’arte  contemporanee.

 

[28/04/09] La Direzione Generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero per i Beni e le Attività Culturali è stata presente alla XVI edizione del Salone dell’Arte e del Restauro che si è tenuta dal 25 al 28 Aprile 2009 a Ferrara.
Nello stand allestito dal Ministero per i beni e le attività culturali sono stati esposti  il “Sistema dei Parchi della Val di Cornia”, presentato quale Candidatura italiana al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa , ed altri progetti rappresentativi delle diverse realtà territoriali selezionati e  menzionati nell’ambito della procedura concorsuale.Al Salone di Ferrara con il titolo “Paesaggi restaurati - Esempi dalla Selezione del Premio Paesaggio del Consiglio d’Europa”, sono stati in particolare illustrati  interventi incentrati sulla tutela attiva dei paesaggi, degli usi tradizionali, della memoria dei luoghi. Il recupero dei valori paesaggistico-ambientali uniti ad una attenzione all’attualizzazione dell’uso sostenibile del territorio, mostrano  la misura dell’avanzamento compiuto dalle comunità locali nella coscienza della salvaguardia di un comune patrimonio identitario.
Il Servizio II – Tutela del Paesaggio della PARC ha inoltre organizzato l’incontro dibattito “incontri  allo stand” Ha introdotto Maria Grazia Bellisario, dirigente Servizio Tutela del Paesaggio - Direzione Generale PARC e sono intervenuti: Alessandra Fassio (referente Premio Paesaggio – PARC) Cristina Sanguineti (Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Emilia-Romagna) Luca Sbrilli (Val di Cornia) Maira Passerella (Parco del Delta del Po) Vittoria Montaletti (Regione Emilia-Romagna) Laura Milan (Il Giornale dell’Architettura).

 

[07/03/09] Una intera puntata di Sereno Variabile trasmessa su RAI 3 sabato 7 marzo è stata dedicata alla presentazione del Progetto di Val di Cornia, candidato italiano al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Euroapa. In tale occasione è stata rilasciata al giornalista Osvaldo Bevilaqua, conduttore della trasmissione,  una intervista dal Direttore Generale della Parc, Francesco Prosperetti, che ha voluto illustrare gli esiti promettenti dell’iniziativa.

 

[19/01/2009] Il 31 dicembre 2008 gli stati membri UE contraenti la Convenzione Europea del Paesaggio hanno presentato le proprie candidature alla prima edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.
La PARC – Direzione per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanea  del Ministero per i beni e le attività culturali, con l’ausilio di una Commissione composta da Dirigenti del Ministero e da Esperti di chiara fama,  ha individuato 10 progetti tra i 47 pervenuti, quali migliori esempi di buone pratiche della salvaguardia, gestione e/o pianificazione dei paesaggi.
Dopo un’attenta valutazione, la Commissione ha selezionato quale Candidatura Italiana “Il Sistema dei Parchi della Val Di Cornia”, presentata dal Circondario della Val di Cornia e Parchi Val di Cornia SPA.
La candidatura prescelta risulta pienamente coerente con i criteri individuati dal Regolamento del Premio e si distingue in quanto ha concretamente messo in atto una politica di sviluppo sostenibile, attraverso azioni mirate alla salvaguardia e valorizzazione delle risorse paesaggistico-culturali basate sulla creazione di un sistema di parchi a rete, capace di legare l’ambiente costiero con le aree interne, anch’esse ricche di interesse ma meno frequentate. Si tratta , dunque, di un esempio di equilibrio virtuoso tra incentivazione allo sviluppo economico, equità sociale, partecipazione pubblica e rispetto per l’ambiente. Un intervento esemplare, teso a migliorare l’attrattività e la qualità del territorio, grazie alla valorizzazione delle sue risorse ambientali, culturali e paesaggistiche e a misure di tutela e di gestione mirate ad un turismo sostenibile.
L’interesse  suscitato dal Premio nei pochi giorni di diffusione dell’iniziativa evidenzia  l’utilità di accompagnarne i risultati anche oltre la conclusa fase di individuazione della candidatura prevista.
La PARC ha pertanto  programmato una serie di attività per la messa in rete, promozione e diffusione delle proposte progettuali risultate interessanti nei contenuti e ritenute meritevoli di menzione, anche in collegamento con l’avvio delle attività dell’Osservatorio  Nazionale sul Paesaggio, recentemente costituito presso il MIBAC. [maggiori informarazioni nella pagina "risultati"]

 

[25/11/2008] Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali organizza la selezione di interventi significativi in funzione della candidatura italiana al Premio del Paesaggio promosso dal Consiglio d’Europa nell’ambito dell’attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio sottoscritta nel 2000 a Firenze. Il premio biennale, la cui prima edizione si terrà nel 2009, riguarda quei progetti realizzati da almeno tre anni che esprimano in termini pratici i principi contenuti nella convenzione ed è rivolto ad amministrazioni pubbliche, anche organizzate in forma di consorzi e ONG. Si vuole individuare e premiare gli interventi che costituiscano il risultato di politiche sostenibili ed integrate con il territorio di appartenenza (sostenibilità), che rappresentino modelli significativi di buone pratiche (esemplarità), e che rilevino una presenza pubblica deducibile sia dall’integrazione dei diversi livelli amministrativi che dal coinvolgimento delle popolazioni nelle varie fasi di realizzazione (partecipazione), momenti di consapevolezza del valore del patrimonio presente sul territorio (sensibilizzazione).
L’organizzazione del premio non è solo l’occasione per costruire un possibile scenario delle politiche territoriali messe in atto dalle amministrazioni italiane negli ultimi anni, ma una opportunità per la promozione e la diffusione di una rinnovata attenzione nei confronti del paesaggio come patrimonio culturale determinante per lo sviluppo del Paese.
I progetti inviati per la selezione alla candidatura italiana devono pervenire entro il 12 dicembre 2008 secondo la procedura indicata nel sito www.premiopaesaggio.it e previa compilazione della scheda di iscrizione.